Il Nordic Walking

STORIA

Il nordic walking nasce in Finlandia dove, già negli anni trenta, gli atleti di sci di fondo, utilizzavano i bastoncini durante gli allenamenti “a secco”, nel periodo lontano dalle gare.

Nella seconda metà del ‘900, l’interesse per la camminata con i bastoncini, cominciava a trasformarsi in un vero e proprio studio della sua efficacia, anche grazie alla professoressa Jaaskelainen (Ispettore capo dell’Istruzione Fisica 1973-1991), che la propose agli insegnanti di educazione fisica finlandesi.

Lo sviluppo della disciplina avvenne per mano del dott. Tuomo Jantunen che, in qualità di direttore di una associazione (Suomen Latu), avente per fine la promozione dell’attività fisica e la diffusione di nuove discipline la cui pratica possa avvenire all’aria aperta, organizza la prima uscita ufficiale di gruppo di camminata con i bastoncini (in quel caso: da fondo).

Fu un inizio fortuito, in quanto l’uscita si sarebbe dovuta effettuare con gli sci, ma il caso volle che la stagione calda avesse anticipato i tempi, sciogliendo la neve necessaria.

Era il 5 gennaio 1988 ed era nato il “Sauvakavely”.

Nel 1997, grazie al sempre crescente interesse e ad un grande progetto che coinvolge l’Istituto dello Sport di Vierumaki, avviene il battesimo ufficiale del Nordic Walking che a quel punto viene munito di bastoncini appositamente studiati.

Oggi sono milioni le persone che in tutto il mondo praticano il Nordic Walking.

CARATTERISTICHE

E’ una disciplina naturale di basso impatto (non sovraccarica le articolazioni)

E’ sicuro e completo (coinvolge la maggior parte della muscolatura corporea)

E’ un allenamento efficace e funzionale

Può essere praticato da tutti (età, sesso, condizione fisica)

Può essere praticato in ogni stagione

Può essere praticato ovunque sia possibile camminare

E’ poco costoso

E’ socializzante in quanto praticabile in gruppo

E’ rilassante in quanto praticato all’aperto

EFFETTI POSITIVI

Basando la tecnica sulla camminata naturale, il primo effetto indotto dalla pratica del NW è il miglioramento della condizione fisica di base, con conseguenti:

maggior resistenza cardiovascolare e potenza aerobica

maggior forza muscolare

maggiore mobilità della colonna e delle articolazioni

prevenzione dei fattori di rischio delle malattie metaboliche regolando il meccanismo insulinico, il peso ponderale, l’osteoporosi.

Miglioramento dell’umore.. almeno fino a quando si è in uscita !

Il Nordic Walking adattato, è entrato a pieno diritto a far parte di protocolli di lavoro sui pazienti affetti da malattie neurodegenerative (Parkinson, Alzheimer, demenza senile), basando la motivazione sugli studi che dimostrano che l’attività fisica aiuta a rallentare il declino delle funzioni cerebrali, nonché sulla peculiarità dei 4 appoggi che distingue il NW dalla semplice camminata.